Case Study Conbipel

stockager - case study conbipel

Stockager®

Case Study Conbipel

VESTIARIO E COLLEZIONI

“1958, Cocconato d’Asti. Da un’ispirazione di Franco Massa, nasce una realtà artigianale specializzata nella pelletteria, una realtà tutta italiana per stile e passione: siamo noi, siamo Conbipel. Muoviamo i primi passi nel nostro territorio, introducendo una collezione tessile subito apprezzata. Anche fuori dai confini provinciali. Il successo ci spinge a estendere il nostro raggio d’azione in tutta Italia, con ottimi risultati: creatività e professionalità, unite alla vostra fiducia, ci hanno permesso di diventare, nel tempo, un punto di riferimento nell’abbigliamento uomo, donna e bambino. Con 150 punti vendita sparsi tra alcune delle località più caratteristiche d’Italia, e un obiettivo ambizioso: crescere ancora. Obiettivo che dal 2007 condividiamo con Oaktree Capital Management, il fondo di investimenti che ha acquisito Conbipel con l’obiettivo di soddisfare, in modo ancora più completo e moderno, i vostri desideri e le vostre esigenze. Senza mai perdere di vista l’elemento che da sempre accompagna il nostro cammino, la qualità. Il viaggio continua.” (www.conbipel.com)

La sempre maggior crescita dei volumi ha richiesto il superamento delle logiche di trattamento manuale delle merci nel precedente magazzino del cliente. La tecnologia Stockager® di Beta 80 è stata scelta per velocizzare e aumentare la frequenza delle consegne per le catene dei negozi, oltre a potenziare la capacità di stoccaggio. Stockager® permette la gestione delle merci del tipo capi appesi e capi stesi. Per i capi stesi viene realizzata inoltre una particolare ottimizzazione del prelievo grazie a un picking massivo e smistamento su sorter cross-belt.

AUTOMATIZZARE LA MOVIMENTAZIONE DEI CAPI
Integrare impianti tecnologi diversi

LO SCENARIO 

La revisione del processo logistico ha portato alla scelta di un magazzino con un elevato livello di automazione sia per i capi appesi che per i capi stesi.

Il magazzino è strutturato su 5 livelli da 12.000 mq ciascuno, con il primo dedicato prevalentemente al ricevimento merci, al relativo controllo e al consolidamento per le spedizioni. I livelli superiori sono dedicati allo stoccaggio e ai sistemi di allestimento ordini.

 

LA SOLUZIONE 

Per quanto riguarda i capi appesi, è stato previsto uno scarico da automezzo facilitato tramite opportuni trasportatori telescopici, che permettono il trasferimento dei capi – attraverso delle barre di stoccaggio sull’automezzo – al sistema di trasporto con un minimo spostamento. I capi vengono quindi contati automaticamente, verificati su appositi buffer di controllo e infine avviati allo stoccaggio.

Il trasferimento dei capi appesi tra i vari piani, fino al corridoio di stoccaggio, viene effettuato in modo del tutto automatico tramite dei trasportatori a gabbia e deviatori che consentono l’indirizzamento puntuale.

L’operatore provvede al trasferimento dei capi arrivati nel corridoio di destinazione sulle barre di stoccaggio seguendo le indicazioni del sistema.

Il prelievo avviene normalmente in modalità massiva per l’alimentazione di un sorter ad elevate prestazioni. Il sistema di trasporto provvede anche per questa fase alla movimentazione automatica dei capi, permettendo di avviare sempre automaticamente i capi divisi per negozio di destinazione, al buffer di uscita e poi al telescopico di carico automezzo.

 

Per quanto riguarda i capi stesi, dopo le verifiche e il controllo della qualità all’ingresso, le scatole contenenti i capi vengono inserite su un sistema di trasporto che le recapita in prossimità del corridoio di stoccaggio nei vari piani.

Lo stoccaggio avviene prevalentemente su strutture statiche a gravità in modo da creare un’elevata densità di articoli disponibili nel layout di picking. Anche per i capi stesi il prelievo avviene in modalità massiva. I capi deposti in opportuni contenitori vengono trasferiti automaticamente dai piani di lavoro al sorter che provvede alla suddivisione per negozio. Successivamente i colli vengono inviati alle baie di carico automezzo per la spedizione.

 

TOTALE INTEGRAZIONE DI IMPIANTI DIVERSI

Il sistema di controllo dell’intero centro logistico è stato realizzato da Beta 80.

La profonda conoscenza dei processi logistici ha permesso di:

  • integrare con successo impianti estremamente diversi da un punto di vista tecnologico, come sorter capi appesi, sorter capi stesi, buffer dinamici, trasportatori a scatole e per grucce ecc.
  • realizzare un sistema che ha permesso il raggiungimento degli obiettivi di progetto, supportando completamente le attività operative e rendendo fluida l’operatività.

 

Beta 80 S.p.A – Via Socrate, 41 – 20128 Milano (MI) – P.IVA 13274760159 –  C.F. 08540780155 – Capitale Sociale 150.000 € i.v. – Registro Imprese MI 08540780155 – REA MI 1232203 – Tel. +39 02 25202.1